Luci della ribalta

Lo spettacolo e la comunicazione sviscerati da Marco Bonardelli (ATTENZIONE "Luci della ribalta" non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001)

“Unde the table – Nero”, il lavoro in nero visto da Daniela Sgambelluri

Sidney, all’età di 10, 25 e di 65 anni. Sin da bambino Sidney è sensibile alla problematica del precariato, si interroga sul cosa fare da grande ma di una cosa è certo: non vuole un lavoro in nero. Di lavoro in nero egli ne sente parlare in continuazione: a scuola, in casa… dentro di sè la paura di crescere e di ereditare un lavoro al di fuori delle regole anche se si rende conto che a volte lo si deve accettare se si vuole sopravvivere. All’età di 25 anni Sidney cresce, è un ragazzo laureato in chimica che non riesce a trovare un lavoro stabile, solo lavori in nero e non attinenti ai propri studi e che comunque accetta. Il ragazzo sviluppa anche la passione per la poesia. Alterna momenti di felicità, scrive dei versi che sono anche ispirati dalla difficile condizione del momento, stati d’animo di angoscia e di profonda insoddisfazione, il desiderio di essere come il padre che gli ha lasciato una casa. La casa come il simbolo di un qualcosa di ereditato ma che il protagonista non è riuscito a riempire sia affettivamente, con una nuova famiglia, sia con oggetti e mobili. Una casa rimasta vuota (un simbolo della condizione di oggi). In un futuro migliore però Sidney spera, anche a 65 anni.

Questa è la trama di Under the table – Nero, il corto della filmmaker Daniela Sgambelluri attualmente in lavorazione. Un tema importante e di grande attualità, quello del lavoro in nero, trattato attraverso un occhio umano, romantico e non politico; quello del protagonista principale, interpretato nelle varie età da Carlo Molinari, Max Costigliolo e Athos Viola. Le voci che interpretano il pensiero di Sydney nel corso della vita sono, rispettivamente, di Elvira Sferrazza, Giuseppe Magazzù e Alfredo Alpe.

La voce del trailer e della clip è di uno dei più amati attori doppiatori italiani: Paolo Buglioni.

Da questo mese sarà disponibile il sito ufficiale del corto. Intanto potete vedere le pagine Facebook e YouTube, contenenti il trailer (presente anche in questo post) e la colonna sonora, interamente composta ed eseguita dal Maestro Elio Veniali, primo contrabbasso del Teatro Carlo Felice di Genova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: