Luci della ribalta

Lo spettacolo e la comunicazione sviscerati da Marco Bonardelli (ATTENZIONE "Luci della ribalta" non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001)

Cinema e doppiaggio – La Technicolor, una delle più importanti società di produzione e post-produzione, chiude i battenti a gennaio 2014

La notizia di cui stiamo parlando è quella più discussa in queste settimane tra gli addetti ai lavori. La Technicolor (ex International Recording), una delle più importanti società di produzione e post-produzione cinematografica, chiuderà i battenti tra un mese esatto, a causa – si dice –  della transazione della pellicola verso il digitale. Un comunicato dei lavoratori degli stabilimenti di Via Tiburtina e Via Urbana, membro di un colosso francese dell’audiovisivo, spiega:

“Il 25 novembre l’Assemblea Straordinaria di Technicolor ha deliberato la messa in liquidazione della Società Technicolor SpA, con l’intenzione di mettere in cassa integrazione i suoi 94 dipendenti da Gennaio 2014. Negli ultimi 3 anni il Gruppo francese ha già portato a termine due procedure di mobilità, concluse con il licenziamento di 166 lavoratori. In entrambe le occasioni, la decisione di riduzione delle attività produttive (nel primo caso) e la dismissione di un ramo d’azienda (nel secondo) sono state legate a una volontà di ristrutturazione gestionale e produttiva per adeguare la struttura ai cambiamenti del mercato e per poter dare continuità di servizio ai clienti utilizzando la forza lavoro rimasta. Oggi, a distanza di soli 6 mesi dall’ultima mandata di licenziamenti, la dirigenza francese dichiara che il mercato italiano non è più economicamente interessante e, con un preavviso di poche settimane, liquida con pochi formalismi i suoi dipendenti senza garantire di fatto la finalizzazione delle lavorazioni ancora in essere su almeno 20 film italiani e le relative consegne.”.

Nata nel 1957, la Technicolor, in quasi 60 anni di attività, ha curato le post-produzioni di film italiani e internazionali che hanno fatto la storia del cinema (molti negativi sono presenti nel magazzino della società). Titoli come Apocalypse Now, i capolavori felliniani Amarcord e Casanova, L’ultimo imperatore e Piccolo Buddha di Bertolucci, C’era una volta in America di Leone e Nuovo Cinema Paradiso di Tornatore.  Di recente la società aveva curato la post-produzione di pellicole come Buongiorno presidente, La grande bellezza (reduce dal trionfo agli European Film Awards e fresco di nomination ai Golden Globe) e Sacro GRA.

Il comunicato ricorda inoltre  “Technicolor SpA è stata negli anni “nave scuola” e vivaio di talenti, grazie al supporto che ha dato al cinema italiano e internazionale attraverso lo sviluppo delle nuove tecnologie digitali, cercando di interpretare le necessità dei clienti e trasformarle in strumenti al servizio dei più grandi Registi e Autori della Fotografia. Ha supportato con impegno e dedizione le diverse Scuole Nazionali di cinema (Centro Sperimentale, Scuola Gian Maria Volontè, ecc.), accompagnando gli studenti nella loro crescita professionale, dall’elaborazione della tesi alla realizzazione di lungometraggi. Attraverso la realizzazione di progetti di restauro (sia fotochimico che digitale), sono stati riportati all’attenzione del grande pubblico tesori della storia del cinema internazionale, patrimonio della cultura mondiale, come ‘Novecento’; ‘Un americano a Roma’; ‘L’armata Brancaleone’; ‘Satyricon’.”.

Fonte: Il Giornale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: