Luci della ribalta

Lo spettacolo e la comunicazione sviscerati da Marco Bonardelli (ATTENZIONE "Luci della ribalta" non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001)

Fiction – In onda domani e mercoledì su Raiuno “Le due leggi”, la fiction sulla crisi con Elena Sofia Ricci. Nel cast anche Fabio Bussotti e Marina Pennafina, che ci parla del suo ruolo nel film. Prossimamente si torna a parlare di crisi con “La tempesta”.

Le due leggi andrà finalmente in onda domani e mercoledì su Raiuno alle 21:00. La fiction, diretta da Luciano Manuzzi (Lui e lei, Gli ultimi del paradiso), era prevista per l’inizio del mese, ma è stata rimandata per ridoppiare una scena che presentava un riferimento poco lusinghiero ad un istituto di credito realmente esistente. La conferenza stampa è avvenuta ieri a Roma.

Protagonista di questa storia è Elena Sofia Ricci nei panni di Adriana Zanardi, inflessibile direttrice di un istituto di credito. Presa dal rimorso per il suicidio di un imprenditore al quale aveva negato un prestito, la donna decide di passare ingenti somme di denaro dei clienti più ricchi a quelli meno fortunati, arrivando ad auto-denunciarsi e scoprendo alcune losche manovre della sua stessa banca.

Siamo quindi di fronte ad un’altra fiction che, dopo Casa e Bottega e L’Assalto, affronta il problema della crisi, approfondendo il discorso relativo alle banche. Ad affiancare l’attrice fiorentina sono Enrico Ianniello (il commissario Vincenzo Nappi di Un passo dal cielo), Marina Pennafina (Rosso San Valentino) e Fabio Bussotti, il protagonista del mitico spot Urrah Saiwa dell’87, intervistato da noi a 2 ore con Luxor per il primo appuntamento di Luci della ribalta Graffiti. Sia Bussotti che Iannello sono diplomati alla gloriosa Bottega Teatrale di Vittorio Gassman.

Marina Pennafina ci ha detto del suo ruolo nella fiction:

” Il mio ruolo è quello di Carmela, la detenuta che Elena Sofia Ricci conosce in carcere. L’unica che mostra verso di lei un volto umano e l’accoglie in maniera amichevole, facilitandole la vita in carcere con piccole accortezze, protezioni materne. Anche perché Carmela, essendo li da molto tempo, conosce perfettamente i meccanismi del carcere le varie gerarchie e sa muoversi e sopravvivere in quell’ambiente. Certo lavorare all’interno di un carcere vero, è un’esperienza che un po’ ti segna……si tocca con mano cosa significhi veramente perdere la libertà…….e vi assicuro non è una sensazione piacevole, costretti anche se per giusta colpa, non discuto su questo,  a convivere in sei o sette persone in celle anguste, malandate, con il bagno all’interno della cella stessa, dove viene annullato ogni tipo di privacy ed intimità…….diventa una lotta alla sopravvivenza continua.

Noi entravamo la mattina per girare ed iniziava un senso di soffocamento che poi ti portavi un po dietro anche quando uscivi da quel portone……..ma la cosa più strana è che con il passare dei giorni sopraggiungeva anche se in maniera molto sottile appena percepibile un senso di abitudine a quell’ambiente e quei luoghi che a pensarci ora inquieta non poco. Questo fa pensare che negli essere umani la routine e abitudine può farti abituare anche ad ambienti e situazioni molto distanti da noi…….Comunque è stata un’esperienza formativa, che ti fa apprezzare con maggior vigore la fortuna di essere Liberi.”

L’impegno della Rai in questa direzione non si ferma qui. Prossimamente, infatti, si torna a parlare di crisi ne La tempesta, film per la tv proposto all’interno del ciclo Purché finisca bene . Protagonisti di questa storia, ambientata in Veneto, sono Nicole Grimaudo, Giovanni Scifoni, Nino Frassica ed Ennio Fantastichini. La regia è di Fabrizio Costa.

In foto Elena Sofia Ricci e Marina Pennafina durante la conferenza stampa della fiction, alla sede Rai di Viale Mazzini.

Per l’intervista e la foto si ringraziano Katya Marletta e MIA International Media Agency

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: