Luci della ribalta

Lo spettacolo e la comunicazione sviscerati da Marco Bonardelli (ATTENZIONE "Luci della ribalta" non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001)

Musica – Intervista esclusiva a Lu Ye, protagonista del XIX° Concerto dell’Epifania.

Lu Ye, la giovane soprano che ha incantato Papa Francesco, inizia col botto questo 2015 partecipando al XIX° Concerto dell’Epifania, che sarà trasmesso da  Napoli domani mattina alle ore 9:30 su Raiuno. Per l’occasione, l’artista torna ospite a Luci della ribalta, anticipandoci la sua esibizione e parlandoci dei suoi progetti per questo anno appena iniziaot.

Bentornata a “Luci della ribalta” (diamoci pure del tu) e buon anno. Ti rivedremo al concerto dell’Epifania su Raiuno. Cosa proporrai durante la tua esibizione?

“Due canzoni napoletane, direi che sono proprio adatte per il Concerto dell’Epifania di Napoli. Con Torna a Sorriento canterò anche la mia speranza di ritornare a Napoli molto presto.”

Nel dicembre 2013 hai cantato per il compleanno di Papa Francesco. Secondo te, che cosa sta rappresentando per la Chiesa questo grande personaggio?Quali cambiamenti sta portando?

“Il messaggio di Papà Francesco racchiude la speranza, tutti noi ne abbiamo bisogno in questo momento difficile.
I cambiamenti essenziali secondo me sono quelli di essere molto più aperti, più moderni e di convivere in pace come fratelli e sorelle nonostante le nostre differenze.

Progetti per questo 2015?

“Progetti ne ho molti solo manca il tempo di realizzali tutti. Ho appena finito di girare un sci-fi corto, è un progetto molto bello. Spero che anche voi potrete vederlo in Italia in qualche Festival. È un corto con molti effetti speciali. Non vedo ora anch’io di vedere il prodotto finale, sopratutto di aver fatto questa esperienza. Il ruolo che interpreto è completamente diverso da me, un personaggio cattivo, potente…
Inoltre sono in contatto con una bravissima regista italiana Elisa Filma; abbiamo parlato di due documentali che ci piacerebbe fare insieme. Per l’altro aspetto della mia professione, la musica, mi piacerebbe che la mia voce fosse un ponte per la pace nel mondo. La musica ha la forza di comunicare superando tutte le frontiere.

Si ringrazia per l’intervista Katya Marletta di MIA Press

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: